Sea Sorrow – Il dolore del mare

un film di:
VANESSA REDGRAVE

con:
RALPH FIENNES, EMMA THOMPSON, LORD ALFRED DUBS, SIMON COATES, DAISY BEVAN, MARTIN SHERMAN, JULIET STEVENSON, DON BENEDETTO SERAFINI

Documetario

UK – 2017 – 74 minuti

 

Cast tecnico

Diretto da Vanessa Redgrave
Prodotto da Carlo Nero
Direttore della Fotografia Andrew Dearden
Montaggio Folasade Oyeleye
Assistente al montaggio Tom Cairns
Cinematografia aggiuntiva Hamish Doyne-Ditmas
Produzione del suono Martin Clarke, Ariel Sultan
Colourist Michelle Cort
Montaggio online David Chisholm
Missaggio audio Craig Irving, Tim Cavagin
Montaggio del suono Sophia Hardman, Max Walsh
Supervisore alla Post-Produzione Vivien Jordan
D.I. Manager John Pegg
Assistenza alla produzione Raphael Nero, James Fernando

Un ringraziamento speciale
Ai volontari e ai lavoratori di tutte le nazionalità che hanno fatto tutto ciò
che era nelle loro possibilità per aiutare le famiglie e i bambini rifugiati bisognosi
di un riparo, di cibo, di acqua e di un luogo sicuro in cui stare.

 

“Sea Sorrow” segna il debutto alla regia di Vanessa Redgrave in collaborazione con il figlio Carlo Nero, qui in veste di produttore del film. L’opera, ricca di spunti di riflessione e meditazione, è stata girata in Grecia, Libano, Italia, Calais e Londra. In essa Vanessa Redgrave si mette sulle tracce della storia passata e presente dei rifugiati in Europa.
Redgrave ripercorre episodi della propria storia personale, in particolare di quando all’età di due anni dovette fuggire da Londra agli albori dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale; o ancora del periodo da studentessa, in cui si dedicò al volontariato in aiuto dei rifugiati ungheresi; per finire con il viaggio intrapreso in Libano per incontrare un bambino palestinese di tre anni che si trovava in un campo per rifugiati. Il laburista Lord Alfred Dubs racconta della sua fuga dai nazisti e del suo arrivo a Londra come rifugiato dalla Cecoslovacchia, grazie all’operazione Kindertransport e spiega la ragione per cui è tanto dedito all’assistenza ai minori rifugiati attraverso il suo continuo impegno affinchè essi ottengano in Inghilterra la protezione che spetta loro di diritto.

Il laburista Lord Alfred Dubs racconta della sua fuga dai nazisti e del suo arrivo a Londra come rifugiato dalla Cecoslovacchia, grazie all’operazione Kindertransport e spiega la ragione per cui è tanto dedito all’assistenza ai minori rifugiati attraverso il suo continuo impegno affinchè essi ottengano in Inghilterra la protezione che spetta loro di diritto. L’impegno di Lord Dubs è stato di ispirazione per molte persone in Inghilterra, spingendole a dare il loro contributo in aiuto dei minori rifugiati.
Sir Peter Sutherland, Rappresentante Speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite per le Migrazioni, ha espresso in modo chiaro e risoluto che i governi europei non devono interrompere le convenzioni stipulate in merito alla possibilità di asilo per i rifugiati.

Ralph Fiennes, Emma Thompson e Simon Coates hanno contribuito alla realizzazione di alcune scene del film incentrate sui rifugiati; mentre la coraggiosa Juliet Stevenson, che ha passato nove mesi lavorando per i bambini di Calais assieme alle associazioni Help Refugees, Citizens UK e Safe Passage, ha espresso in pubblico il suo pensiero durante un comizio tenutosi a Parliament Square.

La pellicola include anche scene ispirate all’opera La Tempesta di Shakespeare, in cui Fiennes interpreta il ruolo di Prospero.
Oltre alle interpretazioni artistiche, il film include testimonianze reali e attuali di rifugiati sopravvissuti ai recenti conflitti moderni e alle persecuzioni che affliggono il Medio Oriente e l’Africa.

 

 

Fonte: Officine Ubu

 

Media

Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.
Ok