23 mercoledì

23 mercoledì (4)

19.15
Kedi - La Città dei Gatti

Kedi - La Città dei Gatti

REGIA Ceyda Torun NAZIONE: USA, Turchia GENERE: Documentario DURATA: 80 Min

CAST: Bülent Üstün

 

TRAMA: Il profilo di una città antica e della sua gente, visti attraverso gli occhi degli animali più misteriosi e amati mai conosciuti dall'essere umano.
La dichiarazione d'amore della regista turca ai gatti della sua Istanbul.

Sono centinaia di migliaia i gatti turchi che vagano liberamente per la metropoli di Istanbul. Da tempo immemorabile gironzolano, entrando e uscendo dalle vite degli abitanti, diventando una componente essenziale delle tante comunità che rendono unica la città. Vivono tra due mondi, quello selvaggio e quello domestico, portano gioia e voglia di vivere alle persone che scelgono di adottarli. A Istanbul i gatti incarnano il caos e la cultura della metropoli dalle diverse anime che Ceyda Torun racconta attraverso lo sguardo dei felini.

"Sono cresciuta a Istanbul fino all'età di undici anni - ha spiegato Ceyda Torun - e credo che la mia infanzia sarebbe stata infinitamente più solitaria se non fosse stato per i gatti e io non sarei la persona che sono oggi. Sono stati i miei amici e confidenti e dopo il trasferimento, ogni volta che mi capitava di tornare a Istanbul, trovavo la città sempre meno riconoscibile ad eccezione di una cosa: i gatti, unico elemento costante e immutato che incarnava l'anima stessa della metropoli. Questo film è, per molti versi, una lettera d'amore a quei gatti e alla città".

Divinizzati dagli antichi egizi, i gatti sono notoriamente amati dai musulmani da quando il profeta Maometto fu salvato da una gatta soriana, che lo protesse da un serpente. Maometto così regalò ai felini la facoltà di poter osservare contemporaneamente il mondo terreno e la dimensione ultraterrena. Attraverso lo sguardo dei sacri felini, dunque, Ceyda Torun ci lascia ammirare la città da un'altra prospettiva, mostrandoci gli angoli più nascosti, gli scorci dimenticati, i nascondigli segreti. Istanbul svela il fascino decadente di una città in continuo cambiamento in cui il nuovo si aggiunge al vecchio senza mai sostituirlo. Da sotto i tavoli dei caffè e dei mercati o dall'alto dei cornicioni dei palazzi, come i gatti, osserviamo la città, il suo magma indistinto, la sua chiassosa umanità. E seguendo le loro impronte scopriamo la città dei gatti. Nella vastità di Istanbul ogni gatto, "kedi" in turco, ha il suo quartiere, le sue abitudini, i suoi riti. Oltre le sembianze, che a noi umani paiono tutte simili, ogni gatto invece ha il suo carattere ed è un personaggio diverso.

 

Fonte: mymovies.it

 

21.00 V.O. Sottotitolato in italiano
Ultimo tango a Parigi - V.O. Sottotitolato in italiano

Ultimo tango a Parigi - V.O. Sottotitolato in italiano

REGIA Bernardo Bertolucci NAZIONE: Italia GENERE: Drammatico DURATA: 132 Min

CAST: Marlon Brando, Maria Schneider, Maria Michi, Giovanna Galletti, Gitt Magrini

 

TRAMA: L'incontro tra un uomo rimasto vedovo della moglie suicida e una giovanissima ragazza borghese cambierà per sempre le vite di entrambi. Il film ha ottenuto 2 candidature a Premi Oscar, ha vinto un premio ai Nastri d'Argento, ha vinto un premio ai David di Donatello e 2 candidature a Golden Globes.
Un uomo, rimasto vedovo della moglie suicida, si aggira per Parigi in preda a una irrefrenabile malinconia, dovuta, oltre che alla perdita della sua compagna, a un passato confuso e alla perdita della giovinezza. L'incontro con una giovanissima ragazza borghese e il loro fulmineo rapporto sessuale cambierà la vita di entrambi. Ma l'uomo sembra imprigionato in una sorta di ossessione erotica, che solo in un primo tempo è condivisa dalla giovane. Quando scemerà l'interesse della ragazza per quel rapporto senza futuro, questa ucciderà il suo amante.
Bertolucci non sarà mai più così sincero e ossequiente con la storia che racconta. A supporto di questa tesi resta il fatto che quando Brando è assente il regista cerca di reimpadronirsi della storia con uno stile "Truffaut" fastidioso e ingiustificabile. La presenza di Jean-Pierre Léaud è in tal senso indicativa. Il solo modo di non essere travolto da Brando era quello di mettersi al servizio delle studiate improvvisazioni del geniale attore. E Bertolucci lo ha fatto, sia pure con qualche sofferenza. Il risultato è un film ibrido ma entusiasmante.

Quando il film fu distribuito era già stato preceduto dalle cronache scandalistiche, che avevano speculato su alcune sequenze di grande impatto erotico, per allora. In seguito abbiamo visto ben altro. E in quelli che si possono considerare anni contraddittori e che vengono denominati secondo i casi, anni di piombo, di restaurazione e altre definizioni pseudo storico-sociali, il film venne ritirato e i negativi distrutti; tutto con un furore da inquisizione. Per fortuna si salvò qualche copia, e ora il film viene venduto e svenduto anche nei supermarket, assieme alla nutella. E il furore scatenato dalla presunta empietà della pellicola, dov'è?

 

Fonte: mymovies.it

 

17.00 - 19.15
Parigi a piedi nudi

Parigi a piedi nudi

REGIA Dominique Abel, Fiona Gordon NAZIONE: Francia, Belgio GENERE: Commedia DURATA: 84 Min

CAST: Dominique Abel, Fiona Gordon, Emmanuelle Riva, Pierre Richard

 

TRAMA: Parigi a piedi nudi, il film diretto da Dominique Abel e Fiona Gordon, vede protagonista Fiona (Fiona Gordon), un'eccentrica bibliotecaria che vive in un paesino sperduto tra le nevi canadesi.
La sua vita scorre monotona e sempre uguale a se stessa, finché non viene improvvisamente scossa da una notizia allarmante: in una lettera sua zia Martha (Emmanuelle Riva) le chiede di correre in suo aiuto. Martha ha novant'anni, vive a Parigi ed è terrorizzata al solo pensiero di finire in un ospizio. Sarebbe terribile per una una donna esuberante come lei, sempre con la testa tra le nuvole. Ed è per questo che ha scritto a Fiona: per fare in modo che la nipote intervenga prima che sia troppo tardi e si trovi rinchiusa suo malgrado in una casa di ricovero.
Fiona, preoccupata, sale sul primo aereo diretto a Parigi per soccorrere Martha. Ma, una volta arrivata nella capitale francese, scopre che la zia è misteriosamente (e volontariamente) scomparsa. Irriducibile imbranata, Fiona si mette sulle tracce della squinternata fuggitiva; una caccia all'uomo, o meglio, alla donna che si trasforma in un'avventura divertente e movimentata.
Tra episodi catastrofici, tuffi inaspettati nella Senna e rovinose scalate della Tour Eiffel, Fiona incappa in Dom (Dominique Abel), un galante clochard parigino, vanitoso ed egoista, con un fascino tutto suo. Dom si innamora perdutamente di Fiona e decide di seguirla dappertutto, senza lasciarla mai. Inizialmente infastidita dalla sua costante presenza, Fiona inizierà presto a capire di aver bisogno proprio di Dom per ritrovare Martha.

 

Fonte: coming soon

 

17.00 - 21.30
Loro 2

Loro 2

REGIA Paolo Sorrentino NAZIONE: Italia GENERE: Biografico, Drammatico DURATA: 100 Min

CAST: Toni Servillo, Elena Sofia Ricci, Riccardo Scamarcio, Kasia Smutniak, Euridice Axen, Fabrizio Bentivoglio, Roberto De Francesco, Dario Cantarelli, Anna Bonaiuto, Giovanni Esposito, Ugo Pagliai, Ricky Memphis, Duccio Camerini, Yann Gael, Alice Pagani, Caroline Tillette, Iaia Forte, Michela Cescon, Roberto Herlitzka

 

TRAMA: LORO 2 è la seconda parte del nuovo film di Paolo Sorrentino con protagonista Toni Servillo nei panni di Silvio Berlusconi.

In questa seconda parte la crisi tra Silvio e Veronica (Elena Sofia Ricci) si fa ancora più profonda, e Berlusconi, rispolverando le sue vecchie ma immutate doti di straordinario venditore, le utilizza per manovre politiche che condurranno alla caduta del governo della sinistra e al suo ritorno sulla poltrona di Presidente del Consiglio. Ma la sua passione per le giovani donne, e per le "cene eleganti" lo condurranno inevitabilmente verso il baratro, rompendo l'incantesimo dell'innamoramento col quale aveva conquistato la moglie e gli italiani.
E la caduta di Silvio va di pari passo con quella di un paese ridotto in macerie.

La prima parte del film, LORO 1, al cinema dal 24 aprile 2018.

 

Fonte: coming soon

 

Subscribe to this RSS feed